Esposizione alle contaminazioni - Gli operatori professionali sono i più esposti.

Le più alte concentrazioni di biocontaminazione durante le nostre operazioni di sanificazione sono state rilevate sulle macchine lasciate in disuso.

Nei piani di programmazione della manutenzione quasi sempre non compaiono gli impianti lasciati in disuso. Questi impianti in attesa di eventuale futura operatività, regolarmente manutenute, potrebbero essere ripristinate con minime spese di intervento.

Nelle foto si evidenzia una UTA lasciata al di fuori dei calendari di manutenzione, e soprattutto non è stata “preparata” per una lunga inoperatività.

Una attenta programmazione della manutenzione avrebbe rilevato:

  • la presenza di acqua stagnante nella vasca di umidificazione, ovvero blocco del sistema di ricircolo dell’acqua con formazione di “masse gelatinose”, ovvero muffe in forma gelatinosa nell’acqua;
  • il grave stato di degradazione del pacco alveolare umidificatore con formazione estesa di muffe.

In riferimento alla foto si evidenzia l’esecuzione del campionamento con tampone sul pacco alveolare con evidente contaminazione, e il campionamento dell’acqua dalla vaschetta di umidificazione per la ricerca della presenza della Legionella.

Le analisi sulla presenza di CBT e muffe/lieviti hanno confermato la loro presenza in concentrazioni altissime "CBT 25 UFC/cm2; Lieviti 74 UFC/cm2, Muffe 150 UFC/cm2".

Le analisi sulla presenza di Legionella è stata una conferma "900 UFC/L", dove la massa viva contaminante, assimilabile al biofilm, è stato l’ambiente idoneo al suo sviluppo.

Bisogna rilevare che a macchine ferme non ci sarebbe stata dispersione di Legionella in quanto era bloccata nella matrice acquosa stagnante, e che sarebbe stata rimossa all’avvio delle macchine; ma è stata una potenziale via di contaminazione durante la rimozione manutenzione/sanificazione.

Il punto critico sono le muffe, le quali hanno una grandissima capacità di dispersione aerea anche quando la ventilazione è minima, e sia le spore che le micotossine hanno delle dimensioni geometriche al di sotto delle sezioni di filtraggio dei filtri più performanti usati in ambito civile.

Le lavorazioni da noi eseguite sono state affrontate con il massimo delle precauzioni e idonee dotazioni DPI durante la asportazione e stoccaggio in sicurezza dei pacchi alveolari.

Questo riporta alla conoscenza, esperienza e formazione al fine di innalzare i livelli di sicurezza verso l’esposizione ai biocontaminanti (lo stesso anche per le sostanze chimiche) per il lavoratori delle manutenzione/sanificazione, gli operatori più esposti alle “anomalie”.

Pasquale Bondanese

Biologo e Igienista Industriale

www.hiclean.it

Last works
Pubblicazioni

Italiano

 2Q==.jpg  2Q==-1.jpg 9k=-1.jpg 

 

English

2Q==-2.jpg  9k=.jpg  Z.jpg

 

Partner tecnologici

page1_img1.jpg

hi clean FC srl

Climatek Copia di logo ozotek(1)

logo

by Gruppp F.C. Srl
Impianti tecnologici civili e industriali Climatizzazione

Ventilazione - Filtrazione aria Progettazione
Installazione - Manutenzione

by Gruppp F.C. Srl
Aria - Acqua
Sanificazioni e Pulizia

by Gruppp F.C. Srl
Progettazione e Produzione

Sistemi di Condizionamento Industriali
e per Applicazioni Speciali.

OZOTEK SRL
Tecnologie in difesa dell'ambiente

Trattamento e disinfezione con
l'ozono

Vibrotek

Ecopavimentazioni

Profilo professionale su Linkedin

Intro Linkedin

Bio Consulting su Facebook

Lavori editoriali Scientifici e Culturali

page 1 thumb large

 

Contact form
Richieste, commenti e domande sono gradite! Assicuratevi di inserire le informazioni necessarie dove indicato.

Menù

Free Joomla! template by L.THEME