Servizi
  • Implementazione della tecnologia dell'ozono per il trattamento delle acque
  • Studio dei flussi di lavoro e individuazione dei possibili interventi per la gestione e monitoraggio
  • Individuazione delle migliori tecnologie per il risparmio della risorsa acqua e dell'energia

La depurazione dell’acqua potabile

Attualmente grandi città come Amsterdam, Mosca, Parigi, Torino, Firenze, Bologna e Ferrara possiedono impianti che forniscono acqua potabile prelevata da fiumi e trattata con ozono. 

II vantaggio dell'ozono sul cloro, utilizzato spesso per la potabilizzazione dell'acqua, è che il primo sterilizza nettamente meglio sia nei confronti dei batteri che dei virus; inoltre l’ozono non altera le caratteristiche dell'acqua, e in particolare il sapore.
Batteri e miceti sono distrutti dall'azione dell’ozono. I virus, invece, sono inattivati, raggiungendo un dosaggio di gas a concentrazioni superiori che per i batteri. L'azione dell’ozono consisterebbe in una ossidazione e conseguente inattivazione dei recettori virali specifici utilizzati per la creazione del legame con la parete della cellula da invadere.
Sia nei confronti dei virus, che dei batteri, si dimostra importante il dosaggio di ozono necessario per ottenere la sterilizzazione. Mentre il processo di distruzione è chiaramente osservabile, per l'inattivazione è bene riferirsi ad effetti del tipo "tutto o nulla", nel senso che al di sotto di un "dosaggio soglia" di ozono i virus non presentano attività specifica e non è osservabile alcun effetto.
La purezza dell'acqua da trattare comunque innalza le proprietà disinfettanti, e questo si spiega con la perdita di una parte dell’ozono il quale reagisce con i componenti (la chimica) dell'acqua impura anziché con i germi.
La temperatura è un importante fattore che influisce sull'effetto germicida: la bassa temperatura innalza l'azione sterilizzante per la quantità di ozono disciolto nel liquido.
Nell’acqua i diversi batteri mostrano una sensibilità variabile all’ozono, i Gram-negativi sono meno sensibili dei Gram-positivi, e i batteri sporigeni si dimostrano più resistenti dei non sporigeni.
Questa diversa sensibilità è però da intendersi in senso relativo; in realtà l'ozono è considerato un ottimo disinfettante e sterilizzante dell'acqua e questo effetto è stato ampiamente utilizzato nella potabilizzazione.
Nell'industria, e nell’industria alimentare in particolare, l’ozono è ampiamente usato per:

  • acqua ad uso potabile
  • nella lavorazione della salumeria (carni, budella) e dei formaggi e latticini
  • risciacquo dei contenitori alimentari e delle bevande
  • stabulazione di mitili e pescicoltura
  • cicli industriali per mantenere sterili e prive di alghe
  • vasche, serbatoi e reti di distribuzione
  • ossidazione del ferro, manganese, fenoli, con successiva filtrazione

Infine importantissimo impiego per la disinfezione è la nebulizzazione di acqua ozonata sui banchi espositivi degli alimenti come pesce, verdura e frutta.

L’ozono per la disinfezione delle acque

Il trattamento con ozono dell’acqua negli ultimi tempi è stato impiegato nei più disparati ambiti; il potere ossidante e microbica ad alto spettro, e senza lasciare residui chimici, ha di fatto introdotto questa tecnologia in quasi tutti gli ambiti dove ci deve essere la gestione della risorsa acqua, a contatto con l’uomo come le piscine, a contatto con gli alimenti come le acque di lavorazione, fino alla gestione delle acque reflue per il loro recupero, fino alla irrigazione con caratteristiche di acqua decontaminata da falda e di acqua per il lavaggio nelle lavanderie industriali.

Caratteristiche dell’impiego dell’ozono nell’acqua
Esempi:

  • ridurre il consumo di acqua;
  • ridurre il consumo energetico;
  • ridurre l'uso di agenti chimici;
  • avere basso impatto ambientale
  • eliminare gli odori;
  • fornire maggiori garanzie contro i microrganismi patogeni;
  • aumentare la shelf-life dei prodotti alimentari;
  • ossidare le metallo-proteine;
  • abbattere i composti aromatici;
  • ossidare vari elementi chimici (ferro, manganese, etc.), i composti inorganici (cianuri, solfiti, nitrati, etc.) ed i composti organici (fenoli, detersivi, pesticidi, nitriti, derivati dell’ammonio quaternario, etc.).

Nella disinfezione dell'acqua, rispetto al cloro, l’ozono è 1,33 volte più potente e 3.100 volte più veloce. Inoltre nelle piscìne è impiegato perché riduce la torbidità, le micro particelle, i microrganismi, il colore, l’odore; e ancora riesce ad eliminare le tracce di sudore, di urina e di olio.
L’ozono è impiegato nel trattamento di:

  • impianti di imbottigliamento;
  • lavanderie industriali;
  • acque reflue;
  • acque di vegetazione dei frantoi;
  • acqua piovana;
  • acque termali;
  • acque di irrigazione;
  • acquari;
  • coltivazioni idroponica.
Search
Legionella 2017 Conference

Organizzato dalla Università di Bari a Taranto
Organizzazione operativa
Bio Consulting
Promosso dal
Gruppo F.C.Srl

icona web

Legionella 2017 Conference
31 marzo 2017
Taranto

Ozono e Legionella

efficacia dellozono nella eradicazione della legionella

Sanificazioni Acqua - Aria

Sanificazione bonifica serbatoi cisterne e reti idriche

16 September 2015
Sanificazione bonifica serbatoi cisterne e reti idriche

Servizi Bonifiche - sanificazione cisterne e reti idriche Prelievo e analisi acque pre e post tratt...

Sanificazione e Manutenzione UTA - Unità Trattamento Aria

29 January 2016
Sanificazione e Manutenzione UTA - Unità Trattamento Aria

Servizi Bio Consulting Redazione del manuale operativo delle manutenzioni; Redazione del regist...

Elaborazione di un Piano di Sicurezza delle Acque

21 May 2016
Elaborazione di un Piano di Sicurezza delle Acque

SVILUPPO DI UN PSA (Piano di Sicurezza dell’acqua) Un PSA è fondamentalmente articolato...

« »

Sanificazione serbatoi acqua potabile

Profilo professionale su Linkedin

Intro Linkedin

Menù

Free Joomla! template by L.THEME