L’impiego dell’ozono per la disinfezione dell’aria deve essere tenuto sotto controllo per concentrazione e per tempo di esposizione delle persone.

Disposizioni normative americane

  • La Food and Drug Administration (FDA) richiede che la produzione di ozono di dispositivi medici interni deve essere non superiore a 0,05 ppm. 
  • Il Dipartimento della Sicurezza e la Salute sul Lavoro (OSHA) richiede che i lavoratori non siano esposti ad una concentrazione media di più di 0,10 ppm per 8 ore. 
  • L'Istituto Nazionale per la Sicurezza e la Salute (NIOSH) raccomanda un limite massimo di 0,10 ppm, da non superare in qualsiasi momento. 
  • Per l’EPA - Environmental Protection Agency - lo standard per l’esposizione all'ozono è una concentrazione massima di 8 ore all'aperto media di 0,08 ppm.

Disposizioni normativa italiana

La norma di riferimento italiana per la esposizione all’ozono è il Decreto Legislativo 13.08.2010, n. 155, che recepisce la Direttiva 2008/50/CE, il quale indica i criteri relativi all’esposizione all’ozono naturale atmosferico (esposizione outdoor).

Nell’Allegato XII si definiscono le soglie di informazione e di allarme.

  • soglia di informazione: livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per alcuni gruppi particolarmente sensibili della popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di assicurare informazioni adeguate e tempestive;
  • soglia di allarme: livello oltre il quale sussiste un rischio per la salute umana in caso di esposizione di breve durata per la popolazione nel suo complesso ed il cui raggiungimento impone di adottare provvedimenti immediati;

Le soglie devono essere misurate su tre ore consecutive, presso siti fissi di campionamento aventi un’area di rappresentatività di almeno 100 km2 oppure pari all’estensione dell’intera zona o dell’intero agglomerato se tale zona o agglomerato sono meno estesi.

Possibili effetti sulla salute

  • Diminuzioni della funzione polmonare 
  • Aggravamento di asma, irritazione della gola e tosse 
  • Dolore toracico e mancanza di respiro 
  • Infiammazione del tessuto polmonare 
  • Maggiore suscettibilità alle infezioni respiratorie

Limiti internazionali OSHA

L'attuale limite di esposizione consentito (PEL) all'ozono consentito dalla normativa OSHA è 0,1 ppm, media ponderata nel tempo su una giornata lavorativa di 8 ore, 5 giorni alla settimana.

Questo livello è piuttosto alto considerando il fatto che i sensi olfattivi di un essere umano medio possono rilevare l’ozono a bassi livelli già da 0.01 ppm (0,02 mg / m3).

L'OSHA ha anche un limite di esposizione a breve termine (STEL) all'ozono che è di 0.3 ppm (0,6 mg/m3), definito come un'esposizione di 15 minuti all'ozono, da non superare più di quattro volte al giorno (Pryor e Rice 2000).

Soglie di informazione e di allarme per l’ozono

Finalità  della rilevazione

Soglia di allarme

Periodo di monitoraggio e media rilievi

Soglia

Informazione

1 ora

180 μg/m3

Allarme

1 ora (deve essere misurato o previsto un superamento per 3 ore consecutive)

240 μg/m3

Valore obbiettivo per la protezione della salute umana

Media su 8 ore massime giornaliere

120 μg/m3

Search
Ozono e Legionella

efficacia dellozono nella eradicazione della legionella

L'ozono per la Sicurezza e Qualità degli Alimenti e dell'Ambiente

Il sistema Ozotek

Il sistema Ozotek

Sistema innovativo che utilizza i poteri dell’ossigeno attivo per depurare, sanificare, disinf...

Impiego pratico dell’ozono

Impiego pratico dell’ozono

L’impiego dell’ozono come ossidante presenta moltissimi vantaggi in tutte le attivit&agr...

Normativa

Normativa

Italia Il Ministero della Sanità con protocollo del 31 Luglio 1996 n°24482, ha riconosciu...

Piscine ad ozono

Piscine ad ozono

Per i gestori di Piscine e SpA è fondamentale la sicurezza unitamente al risparmio ed alla fa...

L’ozono per la Sanificazione dell’aria

L’ozono per la Sanificazione dell’aria

Trattamento dell'aria In poche decine di minuti l'ozono abbatte odori, cariche batteriche, inattiva...

Bibliografia ozono

Bibliografia ozono

Elenco dei ricercatori che descrivono dell'effetto battericida, batteriostatico e deodorante riscont...

Raccomandazioni sulla Esposizione all’Ozono

Raccomandazioni sulla Esposizione all’Ozono

L’impiego dell’ozono per la disinfezione dell’aria deve essere tenuto sotto contro...

Ridurre i Costi della Sanificazione

Ridurre i Costi della Sanificazione

La pulizia e la disinfestazione per essere efficace devono essere implementati in un programma di pu...

Inattivazione microrganismi

Inattivazione microrganismi

L’effetto dell’Ozono su alcune specie batteriche, virus e spore I batteri sono delle cr...

Tecniche emergenti di conservazione del pesce crudo

Tecniche emergenti di conservazione del pesce crudo

Tecniche emergenti di conservazione del pesce crudo per estendere la Freschezza (shelf-life) e ridur...

« »

Profilo professionale su Linkedin

Intro Linkedin

Menù

Free Joomla! template by L.THEME