Ozonizzatori Prosumer e Consumer
row-1
Produzione di ozono
Max capacità sanificante
Tubo ozono
Portata pompa a membrana
Struttura
Alimentazione
Potenza assorbita
Dimensioni prodotto
Peso
Temperatura di funzionamento
OZOPRO 3
3 g/h
Aria 400mc - Acqua 400 lt
Scarico corona fredda
10 lt/min
INOX AISI 304
AC 240V / 50-60 Hz mm
85 W
250x370x220 mm
6,3 Kg
0 C° / 50 C°
OZOPRO 7
7 g/h
Aria 1.000mc - Acqua 1.000lt
Scarico corona fredda
15 lt/min
INOX AISI 304
AC 240V / 50-60 Hz
100 W
250x370x220 mm
6,5 Kg
0 C° / 50 C°
OZOPRO 15
15 g/h
Aria 2.000mc - Acqua 2.000lt
Scarico corona fredda
15 lt/min
INOX AISI 304
AC 240V / 50-60 Hz
200 W
250x430x220 mm
7,5 Kg
0 C° / 50 C°

Sin dal 1968 (Kaess e coll.) si è sperimentato l’azione dell’ozono sulla carne, in particolare sulle carcasse, come ozono gassoso a una concentrazione di circa 2 µg/litro ottenendo una significativa diminuzione dei batteri Pseudomonas spp.

Altri studi hanno dimostrato l’effetto inibitorio per muffe (Thannidium spp. e Penicillius spp.) e per microrganismi aerobi mesofili e per anaerobi solfitoriduttori.

L’applicazione dell’ozonizzazione dell’aria come trattamento di disinfezione per le superfici e degli impianti, soprattutto refrigerati, nell’industria delle carni, determina la sanificazione dei locali dedicati ai processi di lavorazione. Un sistema UTA dà la possibilità di effettuare quotidianamente un ciclo di ozonizzazione in fase di post-igenizzazione ai fini di aumentare e mantenere l’efficacia sanificante. Il ciclo chiuso offre inoltre la possibilità di poter effettuare una decontaminazione continua della macchina UTA, senza lasciare traccia di inquinanti chimici.

carnetrattataozono

Sx - carne stoccata in frigorifero; Dx - carne stoccata in frigorifero con ozonizzazione

 

Carne di manzo macinata, inoculata con E. Coli e coltivata in brodo Tryp-Soy, trattata con aria ozonizzata

Campione

Peso

Volume 

Conta tot. piastra

Campione (UFC/g)

C-1

11,4

49 ml

42

181

C-2

14,3

48 ml

93

512

C-3

14,4

49 ml

63

214

"Media C" = 236 (UFC/g)

         

50-1

8,7

49 ml

14

79

50-2

10,9

49 ml

9

40

50-3

12,7

49 ml

18

69

"Media 50" = 63 (UFC/g)

         

100-1

19,3

49 ml

18

46

100-2

10,5

49 ml

16

75

100-3

12,3

49 ml

16

64

"Media100" = 62 (UFC/g)

         

150-1

18,9

49 ml

3

8

150-2

14,8

49 ml

2

17

150-3

18,8

49 ml

2

64

"Media 150" = 10 (UFC/g)

         

200-1

15,1

49 ml

3

10

200-2

17,1

49 ml

8

23

200-3

10,4

49 ml

0

0

"Media 200" = 11 (UFC/g)

C = nessun trattamento; 50 = 50 ppm; 100 = 100 ppm; 150 = 150 ppm; 200 = 200 ppm

Risultati: circa il 73% del E. coli è stato eliminato con 50 ppm di ozono per 3 minuti e circa il 96% è stato eliminato con 150 ppm rispetto alla popolazione di controllo ("C" = nessuna esposizione ). Ricerca della Kraft Science Consulting e della Ozone Solutions, Inc. (2006)

Pollame e prodotti derivati

L’ozono è impiegato per la disinfezione delle carcasse di pollo e delle uova nelle industrie di trasformazione. L’applicazione della tecnolgia dell’ozono inizia sin dall’impiego nei pollai, negli incubatoi, fino alle uova incubate.

Le prove hanno dato risultati positivi su Campylobacter, Staphilococcus, Streptococcus, e Bacillus spp. e ancora su ceppi provenienti da Salmonella typhimurium, Proteus spp. ed Escherichia coli.

 

Menù

Free Joomla! template by L.THEME