Repertorio Atti n. 1605 del 16 gennaio 2003 - CONFERENZA STATO REGIONI SEDUTA DEL 16 gennaio 2003

Oggetto: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano relativo agli aspetti igienico-sanitari per la costruzione, la manutenzione e la vigilanza delle piscine a uso natatorio.

1.4 SOSTANZE DA UTILIZZARE PER IL TRATTAMENTO DELL’ACQUA

Per il trattamento dell’acqua in immissione in vasca è consentito l’uso delle seguenti sostanze elencate come disinfettanti, flocculanti e correttori di PH.

1. Disinfettanti

  • Ozono
  • […]
Requisiti chimici
Parametro Aqua di immissione Acqua di vasca
Cloro attivo libero ≤ 0,2 mg/l Cl2 0,4mg/l Cl2
Cloro attivo combinato 0,2 mg/l Cl2 0,4mg/l Cl2
Impiego combinato Ozono Cloro:
Cloro attivo libero 0,4 ÷ 1,6 mg Cl2 0,4 ÷ 1,0 mg/l Cl2
Cloro attivo combinato 0,05 mg/l Cl2 0,2 mg/l Cl2
Ozono 0,01 mg/l O3 0,01mg/l O3

REGIONE PUGLIA - LEGGE REGIONALE 15 dicembre 2008, n. 35 - Disciplina igienico-sanitaria delle piscine a uso natatorio.

TITOLO VIII PROVVEDIMENTI DI TUTELA DELL’AUTORITÀ SANITARIA - Art. 35 
(Provvedimenti di tutela igienico - sanitaria).

2. La chiusura è altresì disposta nel caso in cui le analisi dell’acqua di vasca evidenzino che uno o più parametri microbiologici patogeni risultano difformi dai limiti previsti dall’allegato 1, tabella A, dell’ accordo di cui all’ articolo.9, comma 1, e, al momento del prelievo, è accertata la difformità dai limiti previsti per due o più parametri “pH per disinfezione a base di cloro”, “cloro attivo libero”, “cloro attivo combinato”, “impiego combinato ozono e cloro”. In tal caso la chiusura è limitata alle vasche interessate.

Menù

Free Joomla! template by L.THEME